L'idea

Dove abito io non ci sono renne, al più qualche siberian Husky che ha sfangato la calura estiva e, a Dicembre, si gode il primo fresco! Non c’è neve e negli ultimi anni, nonostante il pieno inverno, sembra di essere in primavera con audaci margherite nei prati ancora verdi. Durante il periodo delle feste ci sono luminarie nei centri storici e nelle vie principali a volte banali, a volte, in qualche modo speciali, suggestive, calde ed accoglienti, ci sono alberi nelle piazze e vetrine addobbate, panettoni sempre meno artigianali e sempre più insipidi e ghirlande alle porte ma, tuttavia, sembra che manchi qualcosa! Qualcosa di magico ed anche di un po' eccentrico e suggestivo, che induca a coccolare l’aspettativa come piacere stesso più dell’evento! Poi, però, scovi qualche angolino affine, dove c’è chimica e di nuovo piacevolezza…diverso dai luoghi comuni, dalle omologazioni dei centri commerciali dagli odori standardizzati in ogni dove ed è lì, negli angoli nascosti ma autentici, come una bacca tra i rovi del bosco o un porcino nella macchia mediterranea che vive  Mafalda !!! C’è presunzione??? OOh sì tanta, tantissima, dal momento che per Mafalda la forza dell'immaginazione è estremamente importante tanto da influire sulle operazioni dell'anima. Sembra una favola, e forse lo è, chi vuole può entrare a scoprire e sogneremo insieme!!! E, se come credo, gli scettici si asteranno…”non ti curar di loro ma guarda e passa”!!! Chi è incline saprà lasciarsi trasportare...